Skip to main content

Newsletter

entra nella famiglia di AltroStile e riceverai i manuali del benessere e contenuti in anteprima, potrai disiscriverti quando vorrai


Rimaniamo in CONTATTO

entra nella famiglia di AltroStile e riceverai i manuali del benessere e contenuti in anteprima, potrai disiscriverti quando vorrai

Equilibri Umani di Patrizia Landini

Ogni mercoledì alle 18:30,  in diretta con voi per parlare di
Alimentazione, Benessere, Medicina tradizionale e complementare.
In studio, Ospiti di Settore.
Direzione Tecnica e Artistica di Alessandro Castagna


AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

Palo Santo, utilizzarlo come strumento di purificazione non è solo un gesto rituale, ma rappresenta un ponte tra passato e presente.
AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti
AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

Palo Santo, da antica tradizione sciamanica a strumento moderno per armonia e pace in casa.

Palo Santo per migliorare lo spazio vitale

Nel corso degli ultimi anni, un antico rituale sciamanico ha fatto il suo ingresso nelle case di molte persone: l’uso del Palo Santo per la purificazione degli ambienti. Questa pratica, radicata in tradizioni ancestrali, si è diffusa ampiamente, divenendo un simbolo di pace e tranquillità in un mondo moderno sempre più frenetico. Ma cosa lo rende così speciale e come può essere utilizzato per migliorare l’atmosfera del nostro spazio vitale?

AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

Origini e significato del Palo Santo

Il Palo Santo, o Bursera graveolens, è un albero tropicale che cresce spontaneamente in Sud America, in particolare in Perù ed Ecuador. La sua storia è profondamente intrecciata con le pratiche spirituali degli sciamani Inca, che lo utilizzavano nei loro rituali religiosi per allontanare le energie negative.

Karl Wilhelm von Humboldt, in una spedizione del 1824, fu tra i primi a documentare questo albero, noto per il suo profumo agrumato e per le sue piccole foglie. Il legno di Palo Santo, raccolto esclusivamente da alberi caduti naturalmente e lasciato stagionare per anni, è noto per le sue proprietà purificatrici quando bruciato.

AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

Preparazione e uso

Per utilizzarlo è importante seguire alcuni semplici passaggi. Tenendo il bastoncino a 45 gradi, avvicinatelo alla fiamma di un accendino o di una candela finché non inizia a fumare. Questo fumo è il veicolo attraverso il quale gli oli essenziali del legno si diffondono nell’aria, contribuendo alla purificazione dell’ambiente. È fondamentale non bruciare completamente il legno, ma piuttosto lasciare che si consumi lentamente attraverso la brace.

AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

Purificazione degli Ambienti

Il processo di purificazione con questa essenza è semplice, ma significativo. Muovendovi con il bastoncino acceso, diffondete il fumo in tutta la stanza, concentrandovi in particolare sui punti di accesso come porte e finestre.

È possibile anche indirizzare il fumo verso oggetti specifici o aree che si percepiscono come bisognose di purificazione. Dopo il rituale, è consigliato lasciare che il bastoncino si spenga da solo in un contenitore ignifugo e aprire una finestra per facilitare il rilascio delle energie negative.

AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

Sinergie e complementarietà

Oltre al Palo Santo, esistono altri strumenti naturali che possono essere utilizzati in sinergia per la purificazione degli ambienti. Tra questi, la Salvia Bianca, utilizzata dai Nativi Americani, e il Quarzo Rosa, rinomato per le sue proprietà energetiche. La combinazione di questi elementi può creare un equilibrio energetico ancora più potente, favorendo l’armonia e il benessere in casa.

Il suo utilizzo come strumento di purificazione non è solo un gesto rituale, ma rappresenta un ponte tra il passato e il presente, unendo antiche tradizioni spirituali con le esigenze moderne di tranquillità e armonia. Attraverso questo semplice ma potente strumento, possiamo non solo migliorare l’atmosfera delle nostre case, ma anche riconnetterci con una saggezza e una pratica che trascendono il tempo e lo spazio.

AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

In questo modo, il Palo Santo si rivela non solo come un mezzo per purificare gli ambienti, ma anche come uno strumento per arricchire la nostra vita spirituale, aiutandoci a creare uno spazio di pace e serenità nelle nostre case e nei nostri cuori.

Metodo di Ottenimento del Palo Santo: un approfondimento

Il Palo Santo è un albero i cui metodi di ottenimento e lavorazione sono tanto unici quanto la sua storia e le sue proprietà. La particolarità del Palo Santo risiede nel suo processo di raccolta e preparazione, che segue principi rigorosi di sostenibilità e rispetto per l’ambiente.

AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

Raccolta Sostenibile

Il processo inizia con una pratica sostenibile di raccolta. A differenza di altri alberi utilizzati per scopi simili, il Palo Santo viene raccolto solo dopo la sua morte naturale. In Perù, ad esempio, l’albero del Palo Santo è protetto da leggi che ne vietano il taglio. Questo approccio ecologico assicura che gli alberi non vengano abbattuti per scopi commerciali, mantenendo l’equilibrio dell’ecosistema in cui crescono.

AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

Stagionatura del Legno

Dopo che l’albero muore naturalmente e cade, il legno deve stagionare nell’ambiente naturale per un periodo che può variare da tre a quattro anni. Questo periodo di riposo è cruciale: è durante questa fase che il legno sviluppa il suo aroma caratteristico e le sue proprietà energetiche. La resina all’interno del legno si concentra, intensificando il profumo tipico del Palo Santo, che è un mix di note legnose, agrumate e leggermente balsamiche.

Taglio e Lavorazione

Una volta completata la stagionatura, il legno viene raccolto e lavorato in modo artigianale. Il taglio dei bastoncini avviene manualmente, usando strumenti semplici come il machete. Questo metodo tradizionale di lavorazione assicura che ogni pezzo di Palo Santo mantenga la sua integrità e qualità. I bastoncini vengono poi tagliati in misure standard, solitamente intorno ai 10 centimetri di lunghezza, per facilitarne l’uso nei rituali di purificazione.

AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

Controllo e Normative

Il commercio del Palo Santo è rigorosamente regolamentato per prevenire lo sfruttamento eccessivo e garantire la sostenibilità della sua raccolta. Le normative vigenti nei paesi di origine, come il Perù e l’Ecuador, impongono restrizioni sulla raccolta e sulla vendita del legno, assicurando che solo il legno caduto naturalmente venga utilizzato.

Autenticità e Qualità

Data la crescente popolarità del Palo Santo, è importante verificare l’autenticità e la provenienza del legno. Acquistare Palo Santo da fonti affidabili che seguono pratiche di raccolta sostenibili è essenziale per garantire la qualità e la sostenibilità del prodotto. Inoltre, questo assicura che il legno abbia le proprietà aromatiche e energetiche desiderate.

AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti

L’ottenimento del Palo Santo è un processo che richiede tempo, pazienza e rispetto per l’ambiente. Questa pratica sostenibile non solo preserva l’ecosistema in cui l’albero cresce, ma garantisce anche che le proprietà uniche del Palo Santo vengano mantenute. In questo modo, quando utilizziamo il Palo Santo per i nostri rituali di purificazione, non solo beneficiamo delle sue proprietà, ma partecipiamo anche a un ciclo ecologico rispettoso e consapevole.

AltroStile • Palo Santo: purifica la casa dalle energie pesanti
Articolo a cura di:

Patrizia Landini

Giornalista di Salute e Benessere

La nostra TV che da sempre è la nostra finestra sul mondo della crescita evolutistica dell’umanità.
Dal 2011 Partner Ufficiale di YouTube, seguirà costantemente il nostro lavoro di divulgazione e supporto delle buone pratiche